Farsi massacrare in Riviera

E mentre ancora stiamo aspettando di vendemmiare lo chardonnay per il Suppergiù, con un ritardo quindi di dieci giorni sull’anno passato, in una intervista sul Corriere Romagna il presidente della Cantina di Cesena Emilio Monti ci comunica che :

In Riviera tutte le strutture o quasi puntano al prezzo. Meno spendono e più contenti sono, al di là della qualità. E noi non ci stiamo a farci massacrare da questa mentalità, da questa logica che mette la qualità in secondo piano puntando tutto sul prezzo(…) Noi dobbiamo vendere vino ad un prezzo che permetta di remunerare l’uva dei produttori mentre dalla costa vogliono spendere poco e spendendo poco si può avere solo un prodotto scadente che noi non produciamo.

Benvenuto in Riviera presidente !

Annunci

Una risposta a “Farsi massacrare in Riviera

  1. Pensate che se tutta la riviera romagnola acquistasse vino romagnolo almeno decente, la nostra produzione non sarebbe sufficiente per soddisfare le richieste. Invece alcuni ristoratorei/albergatori, vanno a comprare il vino in Puglia a pochi centesimi al litro e poi lo spacciano per il Sangiovese della casa…….
    Mah!
    Eppoi sig. Presidente Monti, è una novità la sua affermazione??!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...