Lo fanno per noi

Oggi vogliamo rivolgere il nostro pensiero, la nostra solidarietà,  la nostra stima e il nostro affetto a tutti coloro che in questi giorni di caldo africano stanno assaggiando decine, centinaia, migliaia di vini per tutte le nuove edizioni delle guide che usciranno in autunno. Ma mettetevi nei loro panni, provate ad immaginarli: qualcuno volontario, qualcuno cooptato da qualche amico maligno, qualcuno desideroso di autopunirsi, chi in gruppo, chi in coppia, chi ancora in un’ angosciosa solitudine ( questi sono i più coraggiosi) di fronte ad una sterminata schiera di vini di ogni genere, magari in un posto buio e caldo ” che così i vini rossi si sentono meglio”. Ebbene noi a tutti questi signori diciamo grazie, grazie di cuore per i sacrifici e la fatica disumana che vi sobbarcate per noi, per la vostra dedizione alla causa del buon bere, per l’attaccamento al mondo della produzione enologica, spesso ingrato ed irriconoscente nei vostri confronti, anzi a volte perfino avverso. E poi diciamolo alla fine spesso l’unico riconoscimento che ottenete dopo tutto questo lavoro è il  nome scritto in piccolo in fondo all’ultima pagina della guida. Allora per questo e per molto altro grazie !

Annunci

Ma tu ci credi ?

È il più antico Champagne ancora bevibile della storia: 30 bottiglie di Veuve Clicquot del 1780 sono state scoperte in un relitto nel Mar Baltico. I sub: “Ne abbiamo bevuta una… fantastica!”. Forse era un dono del re di Francia Luigi XVI allo zar di Russia Pietro il Grande. L’enologa Cromwell-Morgan lo ha assaggiato: “colore oro ambrato, profumo molto intenso, note di tabacco, uva e frutti bianchi, rovere e idromele”. Oggi riunione per decidere a chi appartiene il “tesoro” (50.000 euro a bottiglia).

By Winenews