Archivi del mese: ottobre 2009

Da “I dialoghi delle frantoiane”

Berti va al frantoio per molire una parte delle olive di quest’anno e gli operai iniziano a scaricarle nella tramoggia per il lavaggio, primo passo del processo di spremitura a freddo.

Frantoiana         In questa partita ci sono anche olive di quella varietà nuova, la RF….19 ?

Berti                    Sì ma si chiama FS17, sono quelle tondeggianti e verdi con un sovracolore rossastro, danno un ottimo olio e anche la resa è buona

Frantoiana         Esatto la RS17 [?]. Ieri è venuto un produttore con queste olive e ha detto che non le pianterà mai più, gli hanno sempre dato rese molto basse ed anche ieri hanno reso solo il 9%, l’anno scorso addirittura appena il 6% !

Berti comincia a dubitare delle sue certezze.

 Intanto le macine spappolano le olive e la pasta ottenuta va a finire in dei contenitori col coperchio trasparente dove un agitatore meccanico la rimescola per poi favorire l’estrazione dell’olio

Frantoiana        (guardando la pasta di Berti) Vede è tutt’acqua ! Vede che l’olio non si sta aggregando per niente, vuol proprio dire che ce n’è poco.

Berti è quasi colto da una crisi di panico e guarda con invidia i contenitori dove gira la pasta degli altri produttori immaginandosi rese disastrose e la derisione finale.

Frantoiana       (è uscita l’ultima goccia e fa il conto per la resa) Erano 920 chili di olive e sono usciti 165 chili d’olio quindi le ha reso il…

Berti è terrorizzato

Frantoiana         …18% ! Hanno reso molto …ma forse non è la RF27 [?] come dice lei !

Annunci

De guide vinorum

C’è chi mi vuole come vuole
un po’ più santo
più criminale
e un po’ più nuovo
un po’ più uguale
mi vuole come vuole
c’è chi mi vuole per cliente
chi non mi vuole
mai per niente
e c’è chi vuole le mie scuse
che ciò che sono l’ha offeso
di un po’: te come ti vogliono?
di un po’ tu come ti vuoi? tu come ti vuoi?
sono vivo abbastanza
sono vivo abbastanza
per di qua
comunque vada
sempre sulla mia strada
c’è chi mi vuole più me stesso
e più profondo, più maledetto
e bravo padre e bravo a letto
c’è chi mi vuole perfetto
di un po’: te come ti vogliono?
di un po’ tu come ti vuoi? tu come ti vuoi?
sono vivo abbastanza…

By Ligabue “Sulla mia strada”

Pensieri

“Paradossalmente gli strateghi politici che comprendono a fondo l’ evoluzione delle emozioni sono quelli che non ci credono.”

Drew Westen, La mente politica. Il ruolo delle emozioni nel destino di una nazione

“Non possiamo sapere, né congetturare  di che cosa sia capace la natura umana messa in circostanze favorevoli”.

G. Leopardi  “Zibaldone”

by Big Picture Boston.com

by Big Picture Boston.com

Finchè la vasca va lasciala andare !

La raccolta dell’uva è finita da qualche giorno, ho rimasto solo tre vasche ancora in fermentazione, altre vasche di vino nuovo stanno già facendo la malolattica e quindi mi sembra si possa già azzardare qualche giudizio sull’annata 2009 a Ravaldino in Monte: i vini migliori( diciamo tutto il Calisto e l’ossatura del Ravaldo) li abbiamo fatti dalle uve raccolte per prime e da quelle raccolte per ultime, bel frutto, belle bucce e bei vinaccioli, fermentazioni di una ventina di giorni con andamenti lineari e senza problemi, anche il grado alcolico non è esagerato, insomma siamo soddisfatti. Per quel che riguarda le altre uve la raccolta si è svolta in due fasi: la prima in cui abbiamo fatto delle scelte per fare sostanzialmente il Ravaldo guidati da una buona maturità delle bucce e da uno zucchero moderato, la seconda guidati dal fatto che, in alcuni vigneti, dopo quattro giorni di piogge ripetute l’uva iniziava ad essere un po’ “stanca” e quindi abbiamo raccolto tutte queste partite un po’ a rischio lavorando poi in cantina con temperature un po’ basse per cercare  di portare nel vino, un po’ scarso di struttura, almeno frutto e aromi da usare poi sia per il Ravaldo sia per il Bartimeo; anche qui l’obbiettivo sembra raggiunto. Una piccola nota anche per il Suppergiù che quest’anno ha un bell’equilibrio, buona acidità, grado alcolico decente e dei buoni profumi, forse delle tre annate fin qui prodotte il meglio riuscito.  Un’ultima postilla sui quantitativi che sono stati volutamente un po’ più abbondanti del solito ( leggi ” ho diradato un po’ meno”) soprattutto nelle vigne dove ormai sappiamo che andremo a fare o del Bartimeo o del Ravaldo: devo dire che la cosa comunque ha funzionato e forse ci ha permesso di portare a casa un po’ di acidità in più che qui non guasta mai visto che di solito è più scarsa che abbondante.