Archivi del mese: dicembre 2008

Natale 2008

L’arte in cantina

Da oggi alle 17,00  fino al 6 gennaio 2009, al Museo del Vino di Predappio Alta per la rassegna VIsioNI d’Autore, inaugurazione della Mostra di Roberto Casadio.

Per meglio apprezzare le opere del maestro sarà possibile bere dell’ottimo Calisto 2005.

Lifting enologici

Un’équipe guidata da Xin An Zeng, chimico alla South China University of Technology in Guangzhou, ha trovato una scorciatoia per invecchiare il vino in maniera artificiale.
Grazie a un processo fisico, lo scorrimento del vino in un tubo tra due elettrodi di titanio il vino maturerebbe, acquisendo i relativi flavour, in maniera decisamente più rapida. I campi elettrici, infatti, come altri principi della fisica, sono in grado di modificare gli elementi costitutivi del vino e, nel caso specifico, di alterarne l’età.
Il vino così invecchiato è anche stato sottoposto al palato di dodici degustatori che hanno avvertito sapori e odori che normalmente solo il tempo può regalare.
Dopo la prova Zeng ha spiegato che, con le giuste condizioni, la tecnica può accelerare il processo di invecchiamento, mettendo in moto una sorta di acceleratore temporale.
Per il momento cinque produttori cinesi di vino stanno sottoponendo la propria produzione alla tecnica del professor Zeng, ma in generale l’enologia che prova a frazionare il vino per poi migliorarlo e ritoccarlo è in piena espansione. Per la disperazione di quelli che il vino lo amano veramente.

 

Tratto da www.teatronaturale.it

Ladri game over

Ieri mattina tornando dal magazzino, distante cento metri da casa, ho scoperto che avevo avuto una visita dei ladri. Ovviamente quando scopri una cosa del genere ti monta parecchia rabbia, vedi tutta la casa per aria, armadi e cassetti svuotati in terra, mobili e quadri spostati per vedere se dietro c’è una cassaforte, scatole con le cose più varie seminate ovunque, la porta d’ingresso rotta perchè forzata con un piede di porco, etc…Poi naturalmente cominci a guardare meglio per capire cosa ti avranno fregato e allora ti accorgi che la fede che non portavi al dito per paura di tranciarti il dito lavorando manca, così come la catenina d’oro ricordo della prima comunione, i gemelli per i polsini ereditati da tuo padre, la sterlina d’oro, un paio di orecchini e poco altro. Però scopri anche che non hanno preso un PC portatile, due macchine digitali, un navigatore satellitare, orologi vari, qualche altro oggettino d’oro di un qualche valore e nessun macchinario facilmente trasportabile della cantina tipo le pompe. In camera di Clara avevo visto che c’era qualche cassetto rovesciato ma niente di che, poi ho controllato meglio è ho scoperto qual era stato il vero obbiettivo dei  diabolici lestofanti: la PSP Pink con relativi giochi originali, un Nintendo DS anche lui con i suoi giochi e un I Pod da trenta euro.

Dunque ho capito che a Natale anche i mariuoli più bastardi s’inteneriscono, diventano buoni e decidono di fare i regali ai loro bimbi tanto dolci.

Che tenerezza !