Archivi del mese: agosto 2008

Cercasi vendemmiatori

Come al solito si fa una gran fatica a trovare persone che vogliano fare qualche giornata di vendemmia.

Chi fosse interessato si può mettere in contatto con noi, però devo precisare alcune cose. Noi non facciamo una vendemmia di quelle che oggi parti e poi non ti fermi più finchè non hai finito un giorno dopo l’altro, al contrario , soprattutto per ragioni logistiche di cantina, raccogliamo l’uva a mano a mano che si matura, quindi può essere che oggi raccolgo e poi mi fermo per tre giorni, oppure che oggi raccolgo solo mezza giornata e il giorno dopo anche. Insomma non è una raccolta per chi viene da lontano e giustamente vorrebbe lavorare tutti i giorni di filato.

In più non abbiamo modo di ospitare e non possiamo dare da mangiare.

In pratica cerchiamo gente che vive nei paraggi e che è disponibile per questo lavoro un po’ a singhiozzo.

Spero di essere stato chiaro.

Annunci

Da 0 a 20 Brix in 10 secondi

Al momento si sta facendo un po’ di diradamento, non dappertutto per fortuna, ma solo in certe zone sia per togliere i grappoli in eccesso, non tanti, sia per togliere quelli colpiti dall’oidio che al momento della maturazione potrebbero facilmente essere preda della muffa grigia, tocchiamo ferro e tutto il resto. Nell’andamento stagionale, quindi nella maturazione dell’uva, mi sembra che ci sia stata un’accelerazione, infatti se fino a qualche tempo fa avrei detto che si andava a vendemmiare verso la terza decade di settembre, adesso non ne sono più tanto sicuro, sopratutto nei versanti meglio esposti il sangiovese ha fatto un grande cambiamento di cui probabilmente bisogna ringraziare il vento caldo che da diversi giorni tira in queste terre. Assaggiando gli acini più neri un segnale confortante sull’andamento della maturazione è dato dal fatto che i vinaccioli hanno già un bel colore scuro e che masticando le bucce viene fuori un bel rosso, quindi l’accumulo degli zuccheri nella polpa non dovrebbe essere sbilanciato rispetto a tutto il resto.

Sarà la recessione ?

L’altro giorno dopo diciotto anni di onorato servizio mi si è rotta la pompa dell’atomizzatore: era nell’aria perchè era da un po’ di tempo che mandava segnali di malfunzionamento e quindi la cosa non mi ha sorpreso più di tanto, speravo solo di arrivare alla fine della stagione per fare le cose con la calma dell’inverno. Comunque l’ho presa nuova per la “modica” cifra di 1000 euro + IVA: bisogna considerare che nel mio attempato atomizzatore è l’unica parte che ha un certo valore, oltre alle due elettrovalvole anch’esse montate recentemente . Forse dieci anni fa con una rottura del genere avrei seriamente valutato la possibilità di cambiare completamente l’attrezzo, oggi ho allontanato con sdegno questo nefasto pensiero.