Archivi del mese: marzo 2008

Sinerjazz: serate di jazz, vino e arte

Anche quest’anno daremo una mano al jazz con i nostri vini. Infatti il 28 marzo saremo alla Sala dei Commissari presso il Palazzo Pretorio in Piazza d’Armi 2 a  Terra del Sole per il concerto del duo di Barbara Casini in occasione della rassegna Sinerjazz organizzata dall’Associazione Culturale Artemozioni di Forlimpopoli. Il biglietto d’ingresso è di 10 euro che, per la più importante interprete di musica brasiliana in Italia, mi sembrano veramente pochi. Insieme a noi saranno presenti anche le aziende vinicole Roberto Celli e Zanetti Protonotari Campi.

Annunci

Calisto-Asinone 1-1

L’amico Marco Nannetti dell’Enoteca Italiana di Bologna ha organizzato nei giorni scorsi un bel confronto ( di cui in realtà temeva un po’ l’esito finale) fra tre vini italiani super premiati e tre vini emiliano-romagnoli non considerati dalle guide meritevoli dell’eccellenza. I tre premiati  erano:

I tre romagnoli non premiati erano:

  • Stefano Berti Sangiovese di Romagna DOC Superiore Calisto 2004
  • Giovanna Madonia Sangiovese di Romagna DOC Riserva Ombroso 2004
  • San Valentino Sangiovese di Romagna DOC Riserva Terre di Covignano 2004

La degustazione naturalmente è stata fatta alla cieca da una ventina di persone e il risultato finale è risultato molto omogeneo e, con grande soddisfazione di Marco, alla fine il vincitore è stato l’Ombroso, poi il Sagrantino, il Terre di Covignano, il Calisto e il Nobile a pari merito e in fondo un po’ staccato l’Aglianico. Quindi Nannetti ci dice “…i nostri vini sono di ottima qualità e possono competere con i loro colleghi più blasonati, nessuna sindrome d’inferiorità perchè non siamo inferiori a nessuno”.

Suppergiù

Alla fine abbiamo ceduto e al 31 di marzo oltre al Bartimeo, nella nuova versione Sangiovese di Romagna DOC Superiore, imbottiglieremo anche lo Chardonnay sotto la denominazione Forlì Indicazione Geografica Tipica, e per indicare i chiari intenti e il preciso progetto che abbiamo su questo vino lo abbiamo chiamato Suppergiù. A breve su queste pagine la pubblicazione della nuova etichetta e visto che le bottiglie prodotte sono duemila scarse occorre affrettarsi per l’acquisto…

What is Vinitaly ?

In questi giorni ci sono venuti a trovare Hayato e Chizuru, due ragazzi giapponesi che già da alcuni mesi stanno lavorando in un ristorante di Parma  e che presto ritorneranno in Giappone dove, nel giro di qualche anno , vogliono aprire un ristorante tutto loro. Hanno assaggiato i  vini, che gli sono piaciuti tantissimo, ed hanno detto che nel loro futuro locale i vini emiliano-romagnoli faranno sicuramente la parte del leone. Tre cose in particolare mi hanno colpito positivamente di questi giovani chef: viaggiavano in treno, non avevano il cellulare e non sapevano che cosa fosse il Vinitaly.

La Telecom ha rotto i cabbasisi

Siamo stati quasi una settimana senza linea telefonica, causa la pioggia continua dei giorni scorsi, e purtroppo so già che nonostante i ripetuti reclami non si risolverà nulla e che alla prossima perturbazione atlantica la linea scomparirà nel nulla: veramente la Telecom ci tratta come dei pidocchiosi peones che non meritano neanche un normalissimo doppino da 56k.