Archivi del mese: maggio 2007

Rotture

Ho fatto ieri il 2° trattamento nelle vigne e per fortuna non ho visto in giro nè peronospora nè oidio, alla faccia di quelli che gufavano, e speriamo che vada avanti così. In compenso, puntuale ed inesorabile, è arrivata anche la stagione delle rotture. Prima ho rotto un distributore idraulico del trattore, che chiaramente quest’inverno avevo fatto riparare proprio per evitare guai durante il periodo di massimo uso del mezzo, poi mi sono accorto che la pompa dell’atomizzatore non dà più una pressione regolare quindi la devo smontare perchè sicuramente c’è un problema  ad una o più valvole di aspirazione, sperando di trovare in tempi ragionevoli i pezzi di ricambio, e per finire questa prima tornata il disco interceppi del trinciatutto si è spezzato in un punto e sono andato dal fabbro per fare una banalissima saldatura: il risultato è stato che per 10 minuti di lavoro ho sganciato 20 euro, che riportati all’ora fanno la ragguardevole cifra di 120 euro. Quando sono andato via dall’officina mi ha detto:”Senti so che fai del vino buono perchè non me ne porti qualche bottiglia omaggio da assaggiare ?”.

Certo !!!!!!!!!!

Vini ad arte

Il Convito di Romagna organizza la seconda edizione della manifestazione Vini ad arte. L’appuntamento è al Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza domenica 27 maggio (dalle 14 alle 19 per i consumatori) e lunedì 28 maggio ( dalle 11 alle 22 per il trade e i giornalisti). La differenza rispetto alla volta precedente è che il Convito ha voluto invitare altre aziende emiliano-romagnole. Quindi ci saranno, tra nomi noti e meno noti, oltre 30 produttori che presenteranno in banchi d’assaggio dislocati tra le ceramiche d’arte del museo le loro etichette sia di vino sia di olio. Oltre al Convito ( Tre Monti, Stefano Ferrucci, Fattoria Zerbina, Poderi Morini, Calonga, Drei Donà-Tenuta La Palazza, San Valentino e San Patrignano) le aziende ospiti sono: Il Poggiarello, La Stoppa, Lusenti, Torre Fornello, La Tosa, Aldrovandi, Erioli, Azienda Agricola Gradizzolo, Vallona, Villa Liverzano, Conzorzio Viticoltori Biologici dei Colli di Brisighella, Villa Papiano, Tenuta Pennita, Poderi dal Nespoli, Stefano Berti, Giovanna Madonia, Tenuta La Viola, Villa Trentola, Azienda Agricola Tenuta Volpe e Tenuta Santini.

One man band

Giornate piene e intense quele appena trascorse. Ai primi di maggio abbiamo imbottigliato una metà del Ravaldo 2006 con l’impianto mobile d’imbottigliamento e naturalmente abbiamo beccato uno dei pochi giorni di pioggia di questo periodo. In vigna, già da un po’ di tempo, stiamo facendo la scacchiatura dei germogli del tronco e la palizzatura dei tralci che grazie al caldo e alla buona disponibilità di acqua si stanno allungando alla velocità della luce. Ho fatto anche il primo trattamento anticrittogamico in forte ritardo rispetto ad alcuni miei colleghi che ne hanno già fatto almeno due e che mi dicono che mi prenderò sicuramente un po’ di peronospora, vedremo in seguito chi aveva ragione. Lunedì poi sono stato a Milano, viaggio in treno con la Tremonti Tour, per questa degustazione organizzata dalla rivista Civiltà del bere e dall’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna: tanta gente, tanti incontri e tante chiacchere soprattutto con privati e appassionati bevitori ma siamo tornati a casa senza neanche un biglietto da visita (ma neanche mezzo), quindi o che a Milano non usano o, come è molto più probabile, enotecari e ristoratori ci hanno snobbato.