Il Ravaldo 2015 è piaciuto molto

Siamo molto contenti che il nostro Ravaldo 2015, Romagna Sangiovese DOC Predappio, sia piaciuto molto sia ai curatori della guida di Slow wine, che lo hanno premiato come vino quotidiano, sia ai curatori della Guida AIS Vitae, che lo hanno premiato con il massimo riconoscimento , cioè le 4 Viti . Al di là di tutte le vecchie polemiche e le obiezioni che si possono fare alle guide dei vini, fa comunque piacere che il frutto del nostro lavoro sia gradito ed apprezzato da tante persone, sia semplici appassionati , sia addetti del settore, segno che stiamo andando nella giusta direzione.

fan_1186

Annunci

La vendemmia 2017 è terminata

vendemmia 2017La vendemmia iniziata il 28 agosto con le uve sangiovese per il rosato è terminata dopo quasi un mese con una piccola partita di cabernet sauvignon. Il dato più significativo è sicuramente il grande calo produttivo , mediamente nell’ordine del 35% a seconda della posizione delle vigne e soprattutto della capacità dei terreni di rilasciare nel tempo acqua alle piante . Un altro dato sicuramente significativo è il tipo di bucce che erano grosse e con tannini un po’ troppo duri : questo ci ha spinti in alcuni casi a svinare prima che la fermentazione alcolica terminasse , proprio per evitare di estrarre tannini troppo grezzi e sentori amari troppo invadenti. Comunque è stato fondamentale durante la raccolta selezionare nel miglior modo possibile , evitando soprattutto di raccogliere grappoli con chicchi appassiti o addirittura secchi, che avrebbero poi portato nei vini sentori di prugna cotta tipici delle annate troppo calde , vedi per esempio la 2013. Nonostante tutte queste difficoltà , i nostri sforzi sono stati premiati e i vini , ormai tutti svinati, sembrano di ottima qualità e con ottime prospettive di ulteriore miglioramento dopo la lo svolgimento della fermentazione malolattica. Devo dire che in un’annata iniziata con gelate tardive terribili, grandinate disastrose e proseguita con una siccità infernale aver ottenuto questi risultati ci fa comunque essere positivi e contenti al di là dell’evidente calo produttivo.mosto 2017

Ferragosto , vendemmia mia non ti conosco

Siamo a ferragosto, una settimana fa sono piovuti 20 mm d’acqua che hanno dato un po’ di ristoro ai terreni e alle vigne , come si dice “piuttosto che niente meglio piuttosto”. Le vigne nonostante la siccità stanno bene , hanno un buon anticipo di maturazione ma il gran caldo ha rallentato l’attività fotosintetica delle piante e quindi di conseguenza anche la maturazione si è un po’ fermata . Le temperature per fortuna si sono di  molto abbassate e le ore di luce stanno calando dando quindi alle piante la possibilità di stare meglio e riprendere un’attività normale permettendo quindi ai grappoli di maturare e non di appassire. La previsione , per ora , è di andare a staccare i primi grappoli verso la fine di agosto ma, come sempre, resta da vedere cosa farà il clima: noi stiamo preparando tutto e  faremo tutto il possibile per portare in cantina le uve allo stato di maturazione migliore.  uva 2017

Strega colore 😊

IMG_20170712_190610_287Non siamo ancora a metà luglio e già i grappoli iniziano ad inviare . Sia la primavera sia l’inizio estate sono stati avari di acqua , anzi negli ultimi dieci giorni le temperature sono state molto alte e hanno sempre soffiato venti caldi.  I vigneti ad oggi non sono in stato di stress ma certamente senza’acqua sarà difficile arrivare alla vendemmia in condizioni ottimali . Oggi le previsioni parlano di temporali , che però sappiamo sempre essere a rischio grandine . Come sempre aspettiamo fiduciosi ben sapendo che in campagna occorre comunque essere in grado di affrontare qualunque situazione il cielo proponga.

Servirebbe un po’ d’acqua

Siamo ormai alla fine di giugno ma la situazione in vigna assomiglia molto di più ad una metà di luglio . Durante questo mese ci sono state infatti temperature molto alte , sia di giorno sia di notte , con venti spesso molto caldi e costanti che in qualche maniera stanno costringendo le viti ad una fortissima traspirazione, alcune foglie hanno anche avuto ustioni a causa dei trattamenti con lo zolfo . Oltre a questo c’è da aggiungere che le scorte d’acqua nel terreno non sono un gran chè , visto l’andamento scarsamente piovoso sia dell’inverno sia della primavera. Ieri ha fatto un breve temporale , con qualche chicco di grandine in mezzo ma niente di grave , stasera di nuovo ci sono temporali di passaggio che hanno abbassato le temperature e portato un po’ di pioggia . Come sempre speriamo che la grandine giri lontano da Ravaldino e che un po’ di pioggia possa finalmente soddisfare le necessità dei nostri vigneti: diversamente sarebbe davvero impossibile arrivare alla vendemmia.  temp 2017 giugno

Immagine

Sangiovese e jazz a Rocca delle Caminate

evento 9 giugno

Cena Itinerante a Faenza, X edizione

Anche noi ci saremo Venerdì 19 maggio 2017 , alla postazione 9 , con Cipria e Nonà per dissetarvi, insieme al Ristorante Chi du Burdel di Imola con un piatto golosissimo . Ci si vede là. cena itinerante 2017